Il 2 giugno, Festa della Repubblica, in piazza Visconti alle 21:00, con cerimonia solenne, ho avuto il privilegio di ricevere dalle mani del Sindaco di Rho l’onorificenza civica, conferita all’Istituto musicale “Giulio Rusconi” per il meritevole e ultraquarantennale impegno profuso per il bene comune. Grazie mio personale e dei collaboratori a tutti coloro che nel passato e nel presente, con sacrificio e generosità, dedizione e abnegazione, ci hanno portato a questo pubblico e prestigioso riconoscimento, che certamente darà al futuro dell’Istituto nuova forza ed energia per la diffusione e la condivisione della cultura  musicale.

Grazie al Sindaco Pietro Romano e all’Amministrazione Comunale di Rho per l’importante riconoscimento che ricevo a nome dell’Istituto Musicale Rusconi che rappresento. Il mio ringraziamento va a coloro che ne hanno voluto la nascita nel 1976, l’avv. Antonio Romano, Presidente dell’AICA, e il fondatore, musicista e primo direttore M° Luigi Toja. E a loro anche il ringraziamento per la straordinaria intuizione di intitolare a don Giulio Rusconi la nostra scuola di musica, gestita poi e ancora oggi dalla Parrocchia di San Vittore Martire. E infine il pensiero grato alle centinaia e migliaia di giovani che hanno frequentato le aule di musica del Rusconi e ai docenti e collaboratori che ne hanno seguito e ne seguono con particolare cura  la formazione. La benemerenza ci dà la forza per affrontare il presente e nuova  energia e fiducia per il futuro. Una dedica: in questo anno tanta musica in Istituto è stata avvicinata  all’avventura di SOS MEDITERRANEE – Italia. La dedica per questa benemerenza civica va ai profughi che non ce l’hanno fatta, ai migranti annegati. Annegati perché la nave Aquarius, Medici senza Frontiere e le altri navi delle ONG erano troppo “lontane” dalle coste della Libia.

M° Marco Pisoni, direttore